Kingdoms of Amalur tra flop e licenziamenti

Nonostante una media voti oltre l'80%, e un'accoglienza dalla critica generalmente positiva, Kingdoms of Amalur: Reckoning è stato un fallimento dal punto di vista prettamente economico. Ha infatti superato di poco il milione di pezzi venduti contro i tre milioni necessari perché fosse in attivo sulle spese. Di conseguenza, come riporta Joystiq, 38 Studios e Big Huge Games hanno licenziato gran parte dei dipendenti e sono in pratica già chiuse. Si parla di quasi 400 persone letteralmente buttate fuori dai loro uffici, a causa di pesanti difficoltà economiche (oltre 50 milioni di Dollari da restituire ai creditori).

Ovviamente, si spera che gran parte, se non tutti, i creatori di Kingdoms of Amalur ritrovino un'occupazione quanto prima.

DiRT Showdown: polvere, scintille e tamarri

Il teaser della conferma di Castlevania 2