Il senso di Apple per il nonsense

Terry Cavanagh, creatore di VVVVVV (recensito qui da giopep) e Super Hexagon (ne parlò Gretta), ha deciso di pubblicare sui dispositivi iOS il suo gioco gratuito Don't Look Back, rivisitazione del mito greco di Orfeo e Euridice. Come da prassi, il gioco è stato inviato ad Apple, con tanto di descrizione da mettere sullo store, affinchè venisse verificato e approvato. Dopo dieci giorni, un tweet dello stesso Cavanagh ci rivela che il gioco è stato rifiutato. La cosa che colpisce, più del rifiuto in sé, è la motivazione: La descrizione allegata non è "appropriata" per gli standard di Apple. La descrizione, che riporta "This is a completely free game, not 'free to play'; there are no in-app purchases or any of that nonsense" (Il gioco è completamente gratuito, non "free to play"; non ci sono acquisti in-app o altri nonsense simili), campeggia tranquillamente sul Play Store di Google, dove evidentemente non è stata scambiata per provocazione, ma è stata presa per quello che è. Comunque, a quanto pare la descrizione è stata modificata, affinché il gioco possa venire finalmente pubblicato anche su App Store. Nella speranza che Apple impieghi meno di dieci giorni per rispondere nuovamente, potete giocare a Don't Look Back su Kongregate e prenderla sul ridere, come fa il buon Terry.

Monaco arriverà anche su Xbox Live Arcade

La bottega di LeChuck #15 - Terrore dallo spazio profondo