Outcazzari

Il marketing non serve ai giochi del mercato mobile

La perentoria affermazione arriva da Torsten Reil, amministratore delegato di Natural Motion, che non usa mezze misure per sottolineare l'inutilità del marketing tradizionale applicato al mercato mobile. “Quando parli di un numero enorme di download, una campagna promozionale, per quanto ben realizzata, non serve assolutamente a nulla, non contribuisce ad alzare le cifre” ha affermato dal palco di GameHorizon, serie di conferenze in svolgimento a Newcastle. Reil tende a precisare che non è sua intenzione sminuire il ruolo delle pubbliche relazioni, ma riconsiderarle all'interno di un discorso più complesso. Una collocazione precisa all'interno dello store online o una grafica accattivante sono ben più efficaci di mille dispacci stampa, l'importante è stupire il pubblico, lasciarlo a bocca aperta.

Il responsabile di Natural Motion parla per esperienza diretta e cita My Horse, titolo del loro portfolio che è stato scaricato oltre 11 milioni di volte, un successo dovuto al design, capace di catturare l'attenzione del pubblico.

Fonte: gamesindustry

Nexus 7, il tablet "economico" di Google

Per Rovio le recensioni non contano più di tanto