Il CV più bello della storia (o quasi)

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana, Tim Schafer fece una figura di palta nel suo primo colloquio telefonico con Lucasfilm Games, dichiarando di adorare i giochi Lucas e che il suo preferito era Ballblaster. Peccato che Ballblaster fosse il titolo dell'edizione pirata di Ballblazer. David Fox, all'epoca "director of operations", gli diede comunque l'opportunità di inviare il suo curriculum vitae (anzi, la job application) e Tim, convinto di aver ormai sprecato l'occasione, se la giocò divertendosi: realizzò un'avventura testuale per iscritto, con dei disegni a lato a fare da accompagnamento grafico, in cui raccontava della sua assunzione in Lucasfilm Games e di quanto questo l'avrebbe reso felice. Beh, convinti che la programmazione poteva essere insegnata, ma il talento creativo e umoristico no, decisero di dargli una chance. Oltre vent'anni dopo, il tedesco Marius Fietzek (che ha in realtà molta più esperienza nel settore, maturata alla corte di Telltale Games, rispetto a quanta ne avesse Schafer a suo tempo) prova a seguire l'esempio del suo eroe e si propone per uno stage estivo in Double Fine Productions, inviando la sua job application sotto forma di avventura grafica che omaggia i classici Lucas. È deliziosa, non voglio fare spoiler di alcun tipo, andate a giocarvela qui.

Lollipop Chainsaw e i boss-rock

Siamo alla resa dei conti con i Razziatori e Mass Effect 3