Greenlight mette un freno allo spam

Greenlight, la vetrina di Steam nata per dare visibilità agli sviluppatori emergenti, è stata purtroppo presa d'assalto dai soliti bontemponi, che hanno riempito il database di elementi protetti da copyright e voci inventate di sana pianta, approfittando della mancanza di un meccanismo di controllo. Per dare un taglio a questa situazione, Valve ha deciso di procedere con le misure drastiche, nel tentativo di dare un freno all'idiozia. Chiunque voglia avere uno spazio sulla bacheca di Steam dovrà sborsare una piccola tassa, 100 dollari che verranno devoluti in beneficenza da Gabe Newell e soci. In attesa che gli spammer riescano a trovare l'ennesima scappatoia o si diano alla colletta, questo piccolo obolo dovrebbe contribuire a riportare l'ordine sulla bancarella di Valve.

Greenlight, servizio nato da una settimana, è solo una delle tante novità dell'aspetto social di Steam, il cui spazio Community è stato oggetto di una revisione totale in seguito all'ultimo aggiornamento.

Appuntamento a domani per Call of Juarez

Lo squillo di tromba firmato Jazz: Trump's Journey