Giochi a World of Warcraft? Non puoi candidarti

Sarà che in Italia siamo abituati a ben altro tipo di scandali politici, ma quello che sta succedendo nello stato americano del Maine ha quasi del surreale: la candidata democratica al Senato Colleen Lachowicz è stata denunciata dai repubblicani per le sue abitudini poco ortodosse. In World of Warcraft. I repubblicani hanno infatti creato un sito internet dove riportano le abitudini della candidata, facendo notare la sua poca idoneità alla carica del Senato visto che, nelle terre di Azeroth, "Colleen fa commenti rozzi ed è violenta col prossimo, e il Maine non merita un senatore che spreca le sue ore in un mondo di fantasia, ma ha bisogno di qualcuno che si occupi dei problemi del mondo reale". Inoltre non mancano i commenti atti a dipingerla come una pericolosa sociopatica socialista, conditi da osservazioni non propriamente relative alla vita in game di Colleen. Insomma, quello di World of Warcraft finisce quasi subito per essere un pretesto per gettare fango sull'avversario.

Rimane però il duro monito lanciato dai repubblicani: Se giochi, non puoi fare il politico. Chissà che bella figura faranno quando, auspicabilmente, la prossima classe politica sarà composta per la maggior parte da giocatori di lungo corso.

Joe Danger 2: The Movie ha una sorpresa su PSN

Boardcast #24 - Il Tempo delle Fiere - Parte 3