Outcazzari

I fanboy sono innamorati psicopatici, lo dice il dottore

Ci mancava l'espertone di turno a far sembrare i videogiocatori, o "gamerS" come va di moda adesso, una manica di imbecilli invasati. Però calma, che non tutti siamo imbecilli invasati ma solo i fanboy - ossia quella parte di pubblico particolarmente legata al proprio sistema. Tanto da offendere, alterarsi inutilmente e scatenare il caos, attraverso interminabili scazzi virtuali. Secondo il Dottor David Lewis-Hodgson, via Kotaku UK, si tratta proprio di un legame sentimentale che scatena gli stessi neurotrasmettitori delegati alle sensazioni amorose. La console, il gioco o il produttore di entrambi diventano come una persona cara per il soggettone di turno, che li considera parte fondamentale della propria vita. La stessa cosa capita anche al di fuori dei videogame, ad esempio con lo shopping compulsivo e l'attaccamento a certi prodotti specifici.

Disclaimer: nonostante le apparenze, l'autore di questo articolo non si considera fanboy avendo sempre rivenduto tutti i sistemi e i giochi acquistati. Al massimo, è un sostenitore del divorzio anche in campo informatico.

Diablo III: Reaper of Souls vuole la vostra anima

Diablo III: Reaper of Souls vuole la vostra anima

Ancel ci sta scherzando con Beyond Good & Evil 2