Outcazzari

EA mette la pubblicità in Battlefield, l'Internet implode

Electronic Arts sta sfrecciando indisturbata verso la riconferma come "peggior compagnia d'America" su The Consumerist e non sembra voler deviare dal percorso tanto presto. Dopo le polemiche su SimCity e Dungeon Keeper, c'è la questione della pubblicità in Battlefield 4 - anche per gli iscritti al servizio Premium. Naturalmente si tratta dello spottino sul film ispirato a Need For Speed, in uscita anche sul suolo italiano e pensato per rilanciare il marchio NFS nella stratosfera dei maxibrand ripieni di sinergie multimediali (qualsiasi cosa voglia dire).

La simpatica autopromozione ha fatto imbestialire parecchia gente, sopratutto chi si era già incazzato per i numerosi bug di Battlefield 4. Basta dare un'occhiata a Reddit per rendersi conto che non sono proprio in pochi, ma odiare tutto e tutti va sempre di moda sulla rete.

Però, insomma: EA sembra prenderci gusto con certe sue scelte commerciali e ormai sono aperte le scommesse su quale sarà il prossimo colpo di genio.

Angry Birds si fionda sui giochi di ruolo

One Piece ha mollato Dynasty Warriors, finalmente