[aggiornata] EA è delusa e prepara nuovi licenziamenti

Secondo StartupGrind, che la dà addirittura come "esclusiva", Electronic Arts è pronta a tagliare una notevole quantità di posti di lavoro questa settimana, a partire dalle sedi principali negli Stati Uniti. Come sempre, almeno per noi, è fastidioso dare cifre quando si parla della vita della gente e del loro lavoro (non siamo un telegiornale). Però dovrebbe trattarsi di 500-1000 licenziamenti, tutti per ovvie ragioni economiche. Nello specifico: risultati sotto le aspettative nell'ultimo anno fiscale, sopratutto da "big" come Battlefield 3.

A quanto pare, EA si aspettava numeri più elevati dal gioco firmato DICE (che comunque ha venduto ben 13 milioni di pezzi) tanto da investire altri 30 milioni di Dollari in marketing dopo la sua uscita. Lo stesso dicasi per Star Wars: The Old Republic che non avrebbe centrato le aspettative fissate per questo MMO sul lato vendite (3 milioni circa).

AGGIORNAMENTO

Electronic Arts ha smentito la notizia spiegando a MCV che "non sono licenziamenti in senso stretto" ma modifiche all'organico sulla base dei progetti conclusi o avviati nel caso delle assunzioni.

Max Payne risorge su iOS al costo di un caffè e brioche

Ridge Racer Unbounded derapa verso ovest