Outcazzari

Dragon Quest X parte lentamente in Giappone

Square Enix deve ancora riprendersi dalla mazzata di Final Fantasy XIII-2, un gioco che tutto sommato ha venduto meno delle aspettative della casa madre, ratificando il "momento" di crisi che il marchio Final Fantasy sta attraversando - magari proprio a causa di Final Fantasy XIII, eh? Arrivano ora i primi numeri ottenuti nei negozi da Dragon Quest X, primo capitolo della storica serie diretto a Wii, e non possono definirsi propriamente "buoni". Il gioco ha infatti debuttato nel weekend di lancio con poco meno di 400.000 copie vendute: un risultato che in termini generali può essere pregevole - specie considerando il pessimo stato del mercato giapponese - ma che se paragonato al debutto del precedente Dragon Quest IX per Nintendo DS appare quasi catastrofico.

L'episodio per Nintendo DS infatti debuttò con quasi 2 milioni di copie volate rapidamente nelle avide mani dei giocatori giapponesi, attestandosi su poco più di 2.300.000 copie piazzate nella prima settimana, una cifra parecchio distante dalle performance del decimo capitolo.

Magari la virata verso il genere MMORPG non è stata propriamente gradita? Magari la qualità tutto sommato scarsina di Dragon Quest IX ha avuto eco nelle vendite? O magari la scelta di una piattaforma in declino ha danneggiato il gioco?

Il tempo lo saprà dire, anche perché ci sarà da valutare la seconda versione di Dragon Quest X in uscita a fine anno su Wii U: che i giocatori stiano aspettando quella?

Nel frattempo, Square Enix deve iniziare a preoccuparsi della salute dell'altra sua serie storica.

OMGWTFBBQ Half Life 3

Catwoman ci ammazza di botte in video