Cubemen: tower defense ma non troppo

Nato come mod per Starcraft e Warcraft 3, il genere dei tower defense è oggi così popolare da rappresentare una cospicua fetta dell'offerta videoludica, e non solo in ambito indie (si pensi alla serie Crystal Defenders di SQE). La peculiarità di Cubemen consiste nel distaccarsi, e non poco, dagli stilemi del genere, tanto da poter essere considerato più un RTS che non un TD in senso stretto. Questa sensazione è suffragata dalle modalità di gioco presenti: Defense e Skirmish. La prima è, prevedibilmente, quella più simile a un tower defense classico: sarà necessario respingere ondate su ondate di nemici posizionando in maniera strategica le nostre truppe, ma, al contrario di quanto accade in altri titoli del genere, in Cubemen sarà possibile spostarle sulla mappa di gioco, pur se con delle limitazioni variabili da mappa a mappa. La modalità Skirmish, giocabile anche in multiplayer online, è il cuore del gioco: ognuno dei due giocatori è chiamato a difendersi dalle orde avversarie, ma nel contempo dovrà puntare anche a difendere i propri creep e a eliminare quelli avversari prima che distruggano la propria base. Insomma, una sorta di incrocio fra DOTA/League of Legends e i tower defense, non incredibilmente originale, ma sicuramente allettante, soprattutto considerando i soli 3,99 euro necessari per l'acquisto.

La modalità Defense, al momento in cui scrivo, risulta purtroppo un po' sbilanciata: esistono infatti metodi molto banali per completare le mappe con poco sforzo. Sono già state annunciate patch per risolvere in parte il problema, ma, complice l'assenza di una vera e propria campagna, l'aspetto TD di Cubemen lascia abbastanza a desiderare per i bug incontrati durante la prova (fra cui ondate che smettono di arrivare, costringendo a ricominciare il livello). La presenza di un'opzione che costringe a giocare solo con otto truppe presenti contemporaneamente sulla mappa riesce a rendere più stimolanti le mappe TD, e onestamente avrebbe dovuto essere pubblicizzata direttamente come la modalità TD principale. È un po' questa voglia di tenere un piede in troppe scarpe a ostacolare una fluida fruizione di Cubemen e i tutorial non aiutano troppo a capire quale voglia essere il fulcro del gioco.

È quando ci si avventura nei primi scontri online che si capisce che la modalità Skirmish in multiplayer è dove Cubemen dà il meglio di sé: veri e propri incontri di braccio di ferro virtuale molto stimolanti dal punto di vista tattico. Le unità a disposizione dei giocatori sono abbastanza classiche: si va dai soliti "grunt" deboli e armati di pistola a corto raggio, fino a energumeni dotati di laser a lunga gittata, passando per soldati armati dell'immancabile lanciafiamme. Curioso come la fisica dei proiettili influenzi leggermente anche le unità colpite, che in seguito a ripetuti attacchi potrebbero finire col cadere dalle escheriane strutture rappresentanti l'area di gioco. Le mappe, infatti, si sviluppano anche in altezza, cosa che spinge a ripensare le proprie tattiche in base alla logistica del livello.

Cubemen è un giochino piacevole, forse un po' minimalista, ma sicuramente appetibile per i fan dei giochi di strategia in tempo reale che non disdegnano una rappresentazione così astratta dei conflitti. A meno di patch sostanziose, la modalità Tower Defense è al momento piuttosto debole: i fan del genere sono avvertiti.

Voto: 7.0

Prey 2 sempre più lontano dai radar

Zen Pinball 2 è gratuito solo per i fan