Criterion alle redini del marchio Need for Speed

Alex Ward, vice presidente di Criterion, è stato intervistato all'E3 2012 da Game Informer e ha svelato che Electronic Arts ha affidato allo sviluppatore britannico non solo il prossimo Most Wanted, ma l'intera serie di Need for Speed. Criterion è salita a bordo con il precedente Need for Speed: Hot Pursuit, pubblicato nel 2010, ma negli ultimi anni abbiamo comunque visto al lavoro Slightly Mad Studios sui due Shift, EA Montreal e Firebrand Games su Nitro e EA Black Box, sviluppatore storico della serie, su Need for Speed: World e The Run. Da oggi, invece, la direzione generale del marchio sarà gestita dai creatori di Burnout.

Lo stesso Ward ha dichiarato di avere una forte influenza personale, relativamente a Most Wanted e ai giochi futuri, sui modelli di guida, le decisioni di game design, il supporto alla connettività e le varie feature. "Da adesso", aggiunge Ward, "la serie non sarà più sparsa in giro fra vari studi e avrà sempre ben impresso il nostro marchio". A domanda diretta, però, Ward non ha specificato se ogni singolo futuro Need for Speed sarà sviluppato da loro, ha solo detto che sarà Criterion a pianificare lo sviluppo del marchio e che, come concetto generale, gli piacerebbe molto se si riuscisse a creare un NFS "omnicomprensivo", capace di racchiudere le caratteristiche di tutte le varie incarnazioni della serie.

E Burnout? Al momento non ci sono progetti, anche se "È sempre nei nostri pensieri".

Mezz'ora di gameplay per Axiom Verge

New Super Mario Bros 2 a caccia di monete e DLC