Conker e il suo passato ancor più oscuro

Prima di diventare lo sboccato protagonista di uno dei giochi meno politically correct di sempre, Conker era uno scoiattolo zuccheroso alla prese con un mondo di miele e zucchero filato, roba da far venire il diabete. Rareminion, portale interamente dedicato allo sviluppatore inglese, ha recuperato un filmato di circa mezz'ora di Twelve Tales: Conker 64, così infatti era conosciuto il progetto prima della svolta pulp. Il gioco fu letteralmente cestinato e Rare passò dalla favola per bambini ai racconti deliranti di uno scoiattolo perennemente sbronzo, per la gioia di chi era ormai saturo di platform all'acqua di rose. Con le sue citazioni cinematografiche, la violenza gratuita e una serie di gag una più pesante dell'altra, Conker's Bad Fur Day creò un vero scandalo, mettendo in crisi Nintendo stessa che non ne curò direttamente la pubblicazione, creando la prima insanabile frattura con i fratelli Stamper.

Per farla breve, anche il più truce dei teppisti ha un passato da boy-scout, che cerca di nascondere come può. Prima o poi però la verità viene a galla... http://www.youtube.com/watch?v=M6ceNFV2yz4

Castlevania sbarca a Hollywood

Microsoft rinnova i diritti di Killer Instinct