Commodore ci prova anche col marchio Amiga (ma è solo un PC)

Dopo aver resuscitato il VIC e il C64, mancava giusto il marchio Amiga da rispolverare per la rediviva Commodore, che com'è noto identifica adesso un semplice assemblatore di PC "stilosi" che puntano tutto sul fattore nostalgia e su un'estetica gradevole. Il nuovo Amiga Mini non è dissimile dal VIC Mini ma (sorpresona!) sfoggia il marchio Amiga ben in evidenza sul frontale. La configurazione più potente, con processore Intel Core i7-2700K da 3.5Ghz, 16 GB di RAM e scheda video Nvidia GeForce GT 430 con 1GB di memoria, costa poco meno di duemila dollari, circa 1500 euro al cambio attuale.

Per chi preferisce sporcarsi le mani è disponibile anche il solo case d'alluminio (in versione silver o nera), comprensivo di drive Blu-ray, a 345 dollari. Per tutti i dettagli visitate il sito ufficiale di Commodore.

A me comunque continua a piacere nettamente di più il C64.

Yoshinori Ono ricoverato in ospedale [aggiornata]

Ghost Recon Future Soldier si nasconde in co-op