Clamoroso: nel nuovo DOOM si schiaffeggiano i demoni

DOOM, la serie sparatutto meno innovativa di sempre, si è rivista al QuakeCon sottoforma di presunto gameplay condito da qualche annuncio. Tipo che sarà l'ennesimo reboot, ambientato su Marte vicino a un complesso invaso da demoni e schifezze varie. Più o meno come tutti i capitoli precedenti, e magari conviene che Bethesda metta una bella scritta "reboot" in copertina perché si distingua. Fatto importantissimo e radicalmente fondamentale: sarà a 60FPS e 1080p su PS4 e Xbox One, mentre su PC potrebbe raggiungere risoluzioni e frame rate oltraggiosi.

Comunque, a livello di gameplay si preannuncia un FPS rapido e strapieno di sangue: oltre ad armi e nemici enormi, ci saranno quintali di frattaglie su schermo e humour nero tipo la possibilità di picchiare i nemici a mani nude, o farci massacrare con i pezzi del nostro stesso corpo (ad esempio nelle sequenze di game over). Gli enigmi non dovrebbero andare oltre le porte da aprire e i bonus da raccogliere, roba bella spessa quindi.

Ovviamente non ci sono né foto né video della presentazione che per ora rimane un'esclusiva di chi era alla fiera. Gli altri devono sforzarsi di immaginare qualcosa di mai visto prima, tipo sbudellamenti e mostri ovunque, nonché una motosega buttata lì come fanservice.

Scram Kitty and his Buddy on Rails: un ottimo motivo per odiare i gatti?

Microsoft ammazza Nokia a suon di licenziamenti