Outcazzari

Cave è nei guai (e cancella due giochi per Vita)

Brutte notizie per i patiti di sparatutto giapponesi: la software house giapponese Cave non sta infatti attraversando un momento particolarmente brillante. Gli sviluppatori della serie di Dodonpachi annunciarono già lo scorso gennaio notevoli ridimensionamenti nelle previsioni di guadagno e da allora il loro valore nella Borsa giapponese è andato costantemente calando. E' di oggi la notizia delle dimissioni del vice presidente di Cave, Miko Watanabe (responsabile, tra l'altro, delle strategie societarie come Chief Operating Officer), presentate per non meglio specificati "motivi personali". L'attuale presidente Ito Masahito acquisirà i ruoli ricoperti da Watanabe.

Brutte notizie anche per chi aspettava i due giochi Cave per PlayStation Vita annunciati allo scorso Tokyo Game Show (uno sparatutto e un videogame di stampo "social"): secondo la rivista giapponese Famitsu infatti entrambi i giochi sarebbero stati cancellati.

Dragon Age 3 e lo sviluppo democratico

Final Fantasy VII nel rumor che non muore mai