Outcazzari

Castlevania: Lords of Shadow merito (?) di Kojima

Il ritorno in grande stile di Castlevania alla grafica poligonale, benché non amato da tutti, si deve a Hideo Kojima come rivela il magazine britannico Edge. Mercury Steam si era visto bocciare il primo prototipo dalle alte sfere Konami, perché troppo diverso dal Castlevania che tutti conosciamo (opinione condivisa da chi critica Lords of Shadow). A quanto pare, durante una delle ultime presentazioni lo stesso prototipo venne notato da Hideo Kojima che, grazie alla sua forte influenza verso Konami, fece sì che riguadagnasse il suffisso Castlevania. Il resto, come si suol dire, è storia tanto che lo stesso gioco è poi diventato una serie.

Quindi, il buon Hideo non solo ha carta bianca su Metal Gear ma influenza anche le altre produzioni targate Konami. Speriamo non si intrufoli tra gli sviluppatori di PES...

 

Chissà se GRID 2 avrà Piazza Duomo?

Rise of the Triad torna più violento che mai