Call of Shigeru: Modern Nintendofare

Clamoroso in quel di Kyoto: Miyamoto-san vuole sviluppare un FPS, ma non riesce a trovare il tempo necessario per elaborare l'idea, immerso com'è nei suoi tanti impegni di lavoro. Niente shotgun per Mario o armi di distruzione di massa, per il Maestro non si tratta di porre l'accento sul valore estetico della violenza. Shigeru è infatti affascinato dalla possibilità di raccontare una storia da un punto di vista per lui inedito, quella prospettiva in prima persona con cui non ha mai avuto modo di confrontarsi. Lo schermo del Wii U GamePad a suo modo di vedere funzionerebbe perfettamente per aumentare l'immedesimazione, ricreando un mondo che non esiste, nel quale perdersi. “Se giochi a un FPS e hai un'immagine sullo schermo della televisione e una sul pad, allora puoi esplorare ogni angolo del mondo che ti circonda” afferma ai microfoni di Kotaku.

Sembrano parole un po' vaghe, ma Miyamoto ha sicuramente in mente qualcosa di più concreto, solo che non vuole parlarne ancora. E in fondo ha ragione, non bisogna rovinare l'effetto sorpresa.

Librodrome #5 – I fumetti di Max Payne

Librodrome #5 – I fumetti di Max Payne

Sferriamo un tatsumakisenpukyaku alla crisi