Call of Duty trollato a morte da YouTube

Call of Duty trollato a morte da YouTube

Era da parecchio tempo, un paio d'ore circa, che non parlavo male di qualche maxiserie-macinasoldi-riciclafuffa quand'ecco che mi cade l'occhio su un dettaglio del trailer di Call of Duty: Infinite Warfare. A fronte dei 14 milioni di visualizzazioni, il filmatone in oggetto ha raccolto oltre un milione di "pollici versi" (ovvero i celebri dislike). "Chissenefotte" direte voi - mica tanto, visto che simili trailer vengono prodotti dagli omini del marketing proprio per raccogliere consensi virtuali e spingere al massimo i giochi in uscita. Solo che al momento sono più le persone che stanno spingendo il nuovo Call of Duty nel water, col rischio di ingombrarlo. Sì, perché stavolta la cricca firmata Activision sembra aver davvero esagerato con le puttanate la fantasia e basta vedere i combattimenti spaziali in stile Star Wars per rendersene conto.

Comunque, bisogna ricordare che YouTube è meno credibile dell'intera classe politica italiana e che buona parte dei "dislike" potrebbero arrivare semplicemente dalla concorrenza. Ma se andiamo a vedere lo stesso trailer nelle altre lingue, pure lì la situazione non migliora di molto.

Un esercito di nerd poliglotti al servizio di Battlefield? Nah, probabilmente Call of Duty ha sfracellato veramente i maroni. A tutti però, indipendentemente dalla collocazione geografica.

Quando si dice: "trollata di gruppo"

Quando si dice: "trollata di gruppo"

Post Mortem #16: Il monte Diablo

Post Mortem #16: Il monte Diablo

Old! #159 – Maggio 1976

Old! #159 – Maggio 1976