Brand: una spada da 1 euro

Molto spesso il rapporto qualità/prezzo è l'aspetto più affascinante di tanti giochi indie, videogame che altrimenti non avrebbero ragione di esistere nelle fasce di prezzo più tipicamente "retail". In tale ottica il canale Giochi Indipendenti di Xbox LIVE Marketplace è una vera e propria miniera d'oro, con molti "grandi piccoli giochi" venduti per la canonica cifra di 80 Microsoft Point (equivalenti più o meno ad 1 euro). Brand, il gioco di cui voglio parlarvi, è uno di questi. Sviluppato da Nine Dots, si tratta di un action game fantasy che propone grafica tridimensionale abbinata ad un tipico gameplay a due dimensioni (si, tipo Ghosts'n Goblins o un classico Castlevania). Il gioco parte da una premessa molto semplice: voi impersonate lo scemo del villaggio e un cattivo cavaliere in vena di scherzi vi consegna una vecchia spada arrugginita, ordinandovi di "renderla degna di un re". Poiché siete scemi gli date retta e iniziate una serie di missioni per rendere la scrausissima spada in questione uno strumento di morte e distruzione. Ok, magari la trama non è proprio così, ma non ci sentiamo di spiegare altrimenti la sciocca premessa alla base di Brand.

http://www.youtube.com/watch?v=zdwDQHdVTjE

Fortunatamente, lo svolgimento del gioco non è altrettanto banale. Presa in carico la suddetta spada infatti - poco più di un pezzo di ferro nemmeno troppo affilato - dovremo scegliere come migliorarla. A nostra disposizione avremo un fabbro, un mago e un alchimista, ciascuno in grado di applicare modifiche alla nostra arma. Ad esempio, il fabbro può affilarla o modificarla, il mago può applicargli degli incantesimi e l'alchimista è in grado di fornirle particolari caratteristiche speciali. Ogni volta che ci rivolgeremo a uno di questi loschi figuri ci verrà assegnata una missione che dovremo completare per ottenere il potenziamento desiderato. Inutile dire che per svolgere la missione in questione dovremo proprio sfruttare la spada, utilizzando così di volta in volta nel abilità speciali che andremo a scegliere per essa. Dopo un certo numero di missioni verremo richiamati dal suddetto cavaliere a provare la qualità dell'arma in una difficile battaglia, dove scopriremo se le nostre scelte avranno portato i frutti desiderati.

http://www.youtube.com/watch?&v=J80Gaf_Zfqg

Brand è tutto qui: una sorta di mini-avventura che è possibile giocare più e più volte, dal momento che il limitato numero di potenziamenti applicabili alla spada - soltanto quindici - non permette in un singolo colpo di visitare tutte le zone del gioco e di ottenere tutte le varie abilità speciali. Il gioco è dunque studiato in modo di poter essere affrontato più  volte, ottenendo per ogni avventura un'arma differente sia per aspetto che per set di potenziamenti. Le citate esplorazioni avvengono in aree a libera esplorazione popolate da mostri via via sempre più potenti: evolvere le abilità della spada servirà dunque anche per addentrarsi più a fondo nei livelli ed eliminare i mostri più coriacei. Sebbene le tipologie di mostro siano tutto sommato limitate (ce ne sono sei o sette), per ciascuno di essi esistono molti livelli di potenza, alcuni dei quali davvero letali. Ad onor del vero, le fasi di azione vera e propria del gioco non sono particolarmente ben realizzate: le animazioni del nostro personaggio sono un po' legnose e i contrasti coi nemici appaiono un tantino troppo finti. Per fortuna il sistema di controllo è ben realizzato e una volta presa la mano col gioco si procede senza intoppi.

Brand - la miniera

Tecnicamente Brand è un titolo ben realizzato: ha una buona veste grafica e una fluidità soddisfacente (con qualche scattino ben poco giustificabile). Sorprendente l'accompagnamento sonoro, composto da musiche d'atmosfera e buoni effetti audio. In definitiva per ottanta Microsoft Point vi scaricate sulla console un videogame vecchio stile abbastanza versatile, dotato di buona rigiocabilità e di un valido comparto audio-visivo. Non si tratta di un capolavoro e ha alcuni aspetti grezzi che andrebbero sicuramente smussati (in un seguito?), ma gode comunque di un rapporto qualità/prezzo assolutamente convincente.

Voto: 7

Cognition serve a darti l'allegria

Il terzo capitolo di The Dream Machine è nella testa di tua moglie