Outcazzari

Boardcast #64 - Lucca Games 2013

Boardcast è la nostra rubrica dedicata al mondo dei boardgame. Ogni settimana vi raccontiamo un gioco diverso, parlando anche di eventuali versioni digitali e condendo il tutto con approfondimenti e notizie per curiosi e appassionati. Si, ok, lo so. Il nome per esteso della fiera toscana è Lucca Comics & Games 2013, anche se in effetti ormai tale denominazione non rispecchia più molto la natura stessa di questo festival. Dovrebbe essere più qualcosa tipo "Lucca Comics & Games & Videogames & Cinema & Cosplay", ma sto leggermente divagando. Lucca Games, dicevo, dal momento che in questa rubrica tratto di giochi da tavolo e che posso dunque concentrarmi su ciò che avveniva nel padiglione Carducci, dove i principali editori di boardgame italiani si sono nuovamente dati appuntamento per presentare le proprie novità. Di tre giochi in uscita (pressapoco) a Lucca Games 2013 vi ho già parlato nella scorsa puntata - erano Bang! The Dice Game, Super Fantasy e Krosmaster Arena - mentre al premio Gioco dell'Anno ho dedicato una puntatina qualche settimana fa. Stavolta voglio invece parlare della fiera e di qualche novità che ho avuto modo di provare, iniziando da un commento generale.

http://www.youtube.com/watch?v=Sn2VK7EhYjA

Francamente, la Lucca Games di quest'anno non è troppo dissimile a quella dei precedenti tre-quattro anni, in termini di boardgame. Addirittura, la maggior parte degli stand ha mantenuto posizione e dimensione, con un paio di differenze da segnalare (tipo Red Glove con uno stand praticamente ridotto a un quinto e la romana GiochiX del tutto assente). La parte del leone è nuovamente assegnata a Giochi Uniti e al suo stand ciclopico, all'accoppiata Asterion Press-Cranio Creations ormai in netta sinergia e a daVinci Games, sempre più lanciata verso l'utenza più squisitamente "casual". Questi produttori hanno in pratica rappresentato il 70% della superficie espositiva relativa ai giochi da tavolo, proponendo anche corpose aree demo in cui provare i giochi - comunque troppo piccole per soddisfare la mastodontica ondata di visitatori.

http://www.youtube.com/watch?v=ZqOuJD-DwTo

Le novità più importanti sono state sicuramente l'edizione italiana di Android: Netrunner da Giochi Uniti (sebbene caratterizzata da una traduzione quantomeno discutibile), per il quale vi rimando alla precedente recensione, il debutto di Steam Park di Cranio Creations (qui su Boardcast ne parlammo quando si chiamava ancora Pimp My Park e ne riparleremo a breve) e l'arrivo di Nations, massiccio gioco di civilizzazione portato in Italia da Asterion Press. È un momento importante anche se volete espandere qualcuno dei vostri giochi, con l'arrivo dell'attesa espansione Morte Istantanea per Blood Bowl: Team Manager (Giochi Uniti), del nuovo mazzo di immagini per Dixit (il quarto, da Asterion Press) e per l'interessante set aggiuntivo Tribù e Profezie dedicato a Tzolk'in: The Mayan Calendar (Cranio Creations). Interessanti anche le novità proposte da uPlay edizioni, in particolare l'arrivo delle edizioni italiane del divertente Hive, gioco strategico astratto per due partecipanti, e di Smash Up!, oggetto in passato di questa recensione proprio qui in Boardcast.

http://www.youtube.com/watch?v=3XA6yUrp_M0

Da segnalare la doppia proposta dello stand dedicato al Miglior Gioco Inedito, il concorso organizzato da Lucca Games stessa in collaborazione con daVinci Games: quest'anno ben due novità da acquistare, cioè il vincitore del concorso dello scorso anno, Shooting Star di Isabella Amoretti e Valerio Zini, e la ristampa del bel Lucca Città, gioco di carte di Alessandro Zucchini che vinse il concorso nel 2004 e che viene ora riproposto con grafica e regole aggiornate in una simpatica confezione metallica. Un po' sottotono, invece, l'offerta degli autoproduttori, priva di particolari guizzi qualitativi o di titoli memorabili. Mini-segnalazione per i patiti dei giochi di ruolo: a Lucca Games 2013 ha debuttato il bel Dungeon World in edizione italiana ad opera di Narrattiva, uno fra i migliori GDR pubblicati negli ultimi anni, nonché una simpatica ventata di aria fresca nel panorama dei sistemi ad ambientazione fantasy.

http://www.youtube.com/watch?v=tr9MilGWfj4

Alla fin della fiera - è il caso di dirlo - l'edizione 2013 di Lucca Games non ha portato grandi sorprese, bensì "semplici" conferme. L'area dedicata ai giochi risulta in effetti ormai soffocata dall'aumentare degli spazi dedicati ai videogame, al punto che per le prossime edizioni sarebbe auspicabile una separazione più netta, magari in due padiglioni appositi. Bella l'idea di organizzare una ludoteca - gestita da La Tana dei Goblin - che ha permesso di provare giochi da tavolo anche al di fuori dell'area Games e persino oltre l'orario di chiusura della fiera, un primo passo per valorizzare anche le serate nei giorni di Lucca Comics & Games. L'esperienza con questa manifestazione toscana resta sempre la stessa: stancante, ammaliante, intensa, un po' scomoda e - personalmente - sempre assolutamente imperdibile.

Old! #37 – Novembre 1973

A testa in giù con Mario Kart 8