Outcazzari

Boardcast #48 - Sulle orme di X-Com con Galaxy Defenders

Boardcast è la nostra rubrica dedicata al mondo dei boardgame. Ogni settimana vi raccontiamo un gioco diverso, parlando anche di eventuali versioni digitali e condendo il tutto con approfondimenti e notizie per curiosi e appassionati. Ormai Kickstarter è diventato la piattaforma "di lancio" per numerosi progetti di giochi da tavolo. Nel caso specifico voglio proporvi l'anteprima di un massiccio boardgame tutto italiano prodotto da Ares Games - già publisher de La Guerra dell'Anello e Wings of Glory - e sviluppato dalla Gremlin Projects, al momento in fase di finanziamento proprio sul famoso sito di crowdfunding.

Il gioco da tavolo in questione, Galaxy Defenders, si trova particolarmente a suo agio sulle pagine di Outcast perché strizza con una certa veemenza l'occhio ad un classico videogame recentemente tornato sotto le luci della ribalta: X-Com: Enemy Unknown. Nel gioco, infatti, da uno a cinque giocatori impersoneranno agenti di una squadra speciale che ha il compito di difendere la Terra da un'invasione aliena. Galaxy Defenders è dunque un gioco cooperativo che ha la particolarità di non richiedere un partecipante che si occupi di controllare il nemico (in questo caso gli Alieni): il set di regole scritto da Nunzio Surace (campione italiano di World of Warcraft Trading Card Game) e Simone Romano si basa infatti su un semplice ma efficace sistema di intelligenza artificiale che gestisce il comportamento dei nemici sul tabellone di gioco. Un set di mappe modulari permetterà di volta in volta di creare sul tavolo le diverse ambientazioni (città, zone desertiche, astronavi)  che ospiteranno gli scontri tra agenti e alieni. Il gioco è basato su una campagna composta da diverse missioni e un sistema dinamico di gestione dei risultati permetterà di gestire le conseguenze di vittorie e sconfitte.

http://www.youtube.com/watch?v=QgIqJkdmBvY

Oltre a raccontare uno scontro tra umanità e razze aliene, Galaxy Defenders ha in comune con X-Com anche la possibilità di aumentare missione dopo missione le abilità dei nostri agenti e di requisire armi e strumenti alieni per utilizzarli a nostro favore. Il sistema di combattimento si basa su lanci di dadi speciali che infliggono danni, attivano difese e, a seconda di personaggi ed equipaggiamento, fanno scattare diverse abilità speciali. Un altro aspetto notevole di Galaxy Defenders riguarda la possibilità di modificare la difficoltà del gioco utilizzando alieni di diversi colori (ciascuno relativo ad un grado di "cattiveria": ovviamente il rosso è il più difficile da affrontare).

Ho avuto modo di provare il gioco in anteprima a Play 2013 e devo dire che sono rimasto abbastanza impressionato: innanzitutto, la componentistica è di qualità, specialmente per quanto riguarda le belle miniature (disponibili sia in plastica colorata che in metallo), piuttosto grandi e ben dettagliate. Buona anche la grafica delle mappe e delle carte (forse un tantino "affollata" di simboli e testo, a rispecchiare la certa complessità del gioco).

Al momento Galaxy Defenders è oggetto di una campagna Kickstarter gestita da Ares Games per finanziarne la pubblicazione, cui seguirà la produzione entro fine anno: in seguito sarà probabilmente anche acquistabile nei negozi ad un prezzo ancora da comunicare. Non è ancora chiaro se Ares produrrà in futuro una versione del gioco completamente in italiano, sebbene dovrebbe comunque diventare disponibile almeno una traduzione del manuale. Sul sito ufficiale sono già disponibili anteprime di tutti i personaggi e delle razze di alieni, nonché video che spiegano le meccaniche di gioco.

Non resta che attendere il prossimo autunno per provare la versione definitiva del gioco e valutarne la qualità: quello che posso anticipare dopo una partita di prova è che le premesse per un boardgame massiccio e ben realizzato ci sono davvero tutte.

 

Old! #14 – Maggio 1983

Librodrome #27: Super Mario – How Nintendo Conquered America

Librodrome #27: Super Mario – How Nintendo Conquered America