Boardcast #25 - Dieci anni di sparatorie con Bang!

Boardcast è la nostra rubrica dedicata al mondo dei boardgame. Ogni settimana vi raccontiamo un gioco diverso, parlando anche di eventuali versioni digitali e condendo il tutto con approfondimenti e notizie per curiosi e appassionati. Dieci anni fa arrivava nei negozi, per opera di daVinci Games, uno strano gioco di carte a sfondo western scritto da Emiliano Sciarra, registrando subito un enorme successo. Da allora, Bang! è diventato uno dei card-game di maggior successo nel mondo e uno dei giochi da tavolo italiani più apprezzati di sempre, forte di un sistema di gioco originale e di regole semplici ma efficaci. Per festeggiare i dieci anni di successi del suo bestseller, daVinci Games ha annunciato la pubblicazione di un'edizione speciale, in uscita nelle prossime settimane. Colgo così l'occasione per parlarvi di questo divertente gioco di carte.

Bang: gioco base

Bang! è un gioco per 4-7 partecipanti, basato su un sistema di ruoli segreti: all'inizio di ogni partita viene consegnata a ciascun giocatore una carta rappresentate un ruolo specifico: ci sono fuorilegge, sceriffo, vice-sceriffo e rinnegato, in quantità differenti a seconda del numero di giocatori. Soltanto colui che ha ricevuto la carta dello Sceriffo la rivela agli altri, mentre le identità dei rimanenti giocatori restano segrete. A ciascun ruolo corrisponde una precisa condizione per vincere la partita: ad esempio, lo sceriffo vince quando elimina tutti i fuorilegge e il rinnegato mentre i fuorilegge trionfano (tutti assieme) se lo sceriffo viene impallinato a dovere. In aggiunta al ruolo, ogni giocatore riceve la carta rappresentante uno specifico pistolero, ciascuno caratterizzato da una certa quantità di punti-vita (cioè, la quantità di colpi che può ricevere prima di finire dal becchino) e un'abilità speciale unica.

Bang: i pistoleri

Finito il rapido setup del gioco, si inizia a far volare le pallottole: il fulcro di Bang! è infatti rappresentato dal corposo mazzo contenente svariate topologie di carte. Le più comuni sono quelle Bang! e Mancato! che servono rispettivamente per aprire il fuoco contro un altro giocatore e per schivare un colpo. Per sparare ad un altro partecipante bisogna dunque semplicemente giocargli contro una carta "Bang!" durante il proprio turno, rispettando però una regola fondamentale basata sulla posizione dei giocatori al tavolo. Inizialmente, infatti, è possibile "sparare" soltanto a giocatori seduti in posizioni adiacenti e questa "gittata" diventa aumentabile solamente impiegando armi più potenti, come altri revolver e fucili (da pescare dal mazzo di gioco). Eventuali giocatori caduti sotto i proiettili vengono rimossi dal gioco, "accorciando" così le distanze fra i sopravvissuti.

A movimentare l'azione di gioco intervengono poi numerose altre carte differenti, come barili dietro cui nascondersi, cavalli per tenere a distanza gli altri giocatori e immancabili gruppi di indiani che attaccano tutti i partecipanti. Il tutto è gestito da un set di regole che, pur non essendo elementare come quello di giochi tipo UNO, risulta spiegabile in pochi minuti e accessibile a tutti.

Bang!: la Pallottola

La confezione di Bang! contiene materiali per giocare fino in 7 ed è sufficiente per godersi pienamente questo divertente gioco di carte, anche considerata la grande quantità di differenti pistoleri da impersonare (ben sedici), che garantiscono un'enorme varietà di effetti durante le partite. Bang! è un gioco dotato di molti, evidenti pregi e di un paio di difetti che non ne riescono a scalfire la qualità: ad esempio, alcuni pistoleri risultano più potenti di altri e c'è la possibilità che un giocatore venga eliminato a metà partita e debba aspettare che gli altri finiscano per giocare di nuovo, ma tutto sommato la qualità di questo card-game resta davvero elevata.

Di Bang! sono poi state pubblicate alcune espansioni che riescono ad aumentarne la longevità, comportando però anche un incremento della complessità delle regole, ragion per cui è saggio introdurle soltanto dopo che i giocatori si sono ben abituati al regolamento base. Da segnalare l'esistenza di una particolare edizione denominata La Pallottola, venduta in una scatola metallica a forma di proiettile e contenente il gioco base più le prime tre espansioni e una stella da sceriffo: un ottimo acquisto per entrare a tutta velocità nel mondo di Bang!.

Bang! su iPad

L'edizione per festeggiare i dieci anni del gioco che ho citato all'inizio dell'articolo - pensavate che me la fossi dimenticata? - include il set base e una selezione di carte provenienti dalle varie espansioni, assieme a segnalini in legno e un paio di carte inedite ed esclusive. Insomma, c'è l'imbarazzo della scelta, anche se il set base resta il modo migliore per imparare a giocare. Da segnalare, infine, l'esistenza della versione digitale di Bang! per iPhone e iPad, piuttosto fedele e dotata di multiplayer per ricreare sulle piattaforme Apple partite di gruppo sfruttando le connessioni wireless.

Cosa vuol dire giocare oggi Growlanser: Wayfarer of Time?

Due edizioni limitate per Kratos