Boardcast #21 - Anche Angry Birds sul tavolo da gioco

Boardcast è la nostra rubrica dedicata al mondo dei boardgame. Ogni settimana vi raccontiamo un gioco diverso, parlando anche di eventuali versioni digitali e condendo il tutto con approfondimenti e notizie per curiosi e appassionati. Che Angry Birds sia ormai diventato il fenomeno "casual" per eccellenza nel mondo dei videogame è cosa stranota. Forse, però, non tutti sanno che il successo del dinamico puzzle game di Rovio ha portato alla nascita di un'intera serie di giochi da tavolo firmati nientemeno che dalla storica Mattel. Si, quella delle Barbie e di Big Jim, per intenderci.

Angry Birds Card Game

Tutto ha inizio nel 2011, quando il colosso americano dei giocattoli decide di cavalcare l'onda dello sfrenato successo di Angry Birds e si accaparra i diritti per pubblicare dei giochi da tavolo basati sul videogame di Rovio. Arrivano rapidamente sul mercato americano ben due boardgame, il primo dei quali intitolato semplicemente Angry Birds: The Card Game. Ovvero un semplice ed economico giochino di carte, dadi e destrezza per 2-5 partecipanti. Chiaramente orientato alle famiglie e privo di particolare spessore nelle regole, il gioco richiede ai partecipanti di "demolire" il proprio set di carte lanciando dadi e ottenendo gli uccelli necessari per eliminare i vari materiali. Oltre al semplice lancio di dadi, è stata inserita un po' forzatamente una componente di destrezza che consiste nel colpire il segnalino di un maiale con uno dei dadi, richiamando così più da vicino il videogame originale. Come forse avrete intuito, Angry Birds: Card Game è tutto fuorché memorabile e viene tutto sommato salvato dal prezzo assai ridotto - è acquistabile per meno di 10 dollari - e dall'aderenza visiva con il videogame, che vi permette di tirare fuori la scatolina nel mezzo di una serata con gli amici per ridacchiare un po' circa 'sti maledetti uccellacci.

Di fianco al gioco di carte (che poi, di fatto, è un gioco di dadi, ma non vogliamo stare qui a sottilizzare, no?) Mattel ha anche lanciato sul mercato un boardgame ben più aderente alle meccaniche della serie di Angry Birds.

Angry Birds Knock on Wood

Trattasi di Angry Birds: Knock on Wood, un vero e proprio gioco da tavolo che ricrea fedelmente ciò che accade nei livelli di Angry Birds, fornendo componenti per creare strutture piene di maiali e una piccola catapulta da usare per lanciare i fantomatici uccelli. Tutti gli elementi del videogame, dunque, trasposti in plastica e da usare sul tavolo per ricreare livelli da abbattere a suon di "uccellate". Uno snello set di regole serve a impostare le azioni dei giocatori, che si alternano nei ruoli di lanciatori e costruttori. Alcune carte "missione" spiegano al costruttore quali pezzi usare per creare il "castello" contenente i maiali e al lanciatore quali uccelli utilizzare nel livello per centrare i suddetti suini. Come nel caso del gioco di carte, la fedeltà al videogame viene assicurata da uno stile grafico identico, valorizzato stavolta dai bei pezzi in plastica. Angry Birds: Knock on Wood non è certamente un boardgame per fini pensatori o per chi cerca chissà quale profondità: è più che altro un giocattolo che permette di farsi quattro risate e che, dopo un po' di pratica con la suddetta catapulta, si rivela più agguerrito e agonistico di quanto inizialmente non si possa supporre. Il gioco ha avuto un eccellente successo di vendite e ha portato Mattel a creare nuovi set, iniziando da Angry Birds: On Thin Ice, che introduce i pezzi in ghiaccio, per arrivare all'annunciata trasposizione di Angry Birds: Space, attesa per fine anno nei negozi americani. Inutile dire che i giochi in questione non sono stati pubblicati ufficialmente in Italia, per cui, se volete comprarli, non vi resta che armarvi di negozi online.

Games of Throne #01: Puzzle, pupazzi e fantasia

Monster Hunter 3 Unlimited e il suo peso specifico