Blu Brothers #10

Non devono salvare un orfanotrofio pieno di debiti e non sono nemmeno inseguiti da una banda di neonazisti bifolchi. La missione dei Blu Brothers di Outcast è analizzare scrupolosamente (e quindicinalmente) i migliori Blu-ray del momento disquisendo amabilmente di compressione, soundstage multicanale, bordate del sub, grana e rumore video. E vista la mole di materiale che giunge quotidianamente a casa dei due fratelli blu, non ve ne liberete tanto facilmente.

News

Personalmente di Quella casa nel bosco salverei solo gli ultimi 10 minuti di pura anarchia monstro-gore, ma il resto mi ha lasciato parecchio indifferente e la rilettura degli stilemi slasher-horror anni '80-'90 nella prima parte del film mi ha quasi fatto calare la palpebra. In ogni caso Drew Goddard, che ho preferito come sceneggiatore di Cloverfield, ha azzeccato una bella idea di fondo e il finale è pura delizia cinefila che non mancherà di fare proseliti. Il Blu-ray di Quella casa nel bosco sarà disponibile in Italia dal 3 ottobre grazie a Eagle Pictures e troveremo il film presentato con video in 2.35:1 1080p AVC e audio italiano e inglese in DTS-HD MA 5.1, mentre gli extra non sono stati ancora annunciati. Se però fossero gli stessi dell'edizione americana, aspettiamoci un commento audio di Goddard e del produttore Joss Whedon, un dietro le quinte, due featurette, speciali sugli effetti visivi e diverse esclusive per Blu-ray.

Sempre rimanendo in ambito horror, il 27 settembre Dynit rilascerà l'atteso Blu-ray di The Ring, il classico J-horror di Hideo Nakata del 1998 che ha ispirato almeno 23 horror asiatici negli ultimi 14 anni (ma sicuramente me ne sono perso qualcuno) e un buon remake a stelle e strisce. La casa italiana ha annunciato per questa nuova edizione un video completamente restaurato e una traccia italiana in DTS-HD MA 5.1, ma non vi è ancora nessuna conferma sulla presenza di extra che comunque non dovrebbero mancare. Lo stesso giorno Dynit pubblicherà anche il Blu-ray di The Ring 2, mentre a novembre sarà la volta di The Ring 0 e di The Spiral per la felicità di tutti i fan delle VHS maledette e delle bambine carogna con i capelli neri, lunghi e unti.

L'angolo nerd di questa puntata non può non essere dedicato a Star Trek e per la precisione al primo cofanetto in Blu-ray della Next Generation. Trattandosi di materiale televisivo di 25 anni fa, non aspettiamoci granchè a livello audio-video, ma se il trattamento in Blu-ray sarà lo stesso riservato da Paramount alla serie classica degli anni '60 le soddisfazioni non dovrebbero mancare. La Stagione 1 di The Next Generation sarà disponibile in Italia dal 5 settembre in un box a sei dischi; purtroppo noi poveri italiani dobbiamo accontentarci di una traccia in dual mono, mentre l'onore del DTS-HD MA 7.1 spetterà alla sola versione originale. Ricchissimo come da copione il comparto extra, con quasi 100 minuti di approfondimenti sulla serie con video in HD, gli errori sul set e diversi contenuti d'archivio. Interessante anche il prezzo, che su alcuni store online è già sceso sotto i 40 euro in fase di pre-order. [F.D.]

The Double

Un senatore viene assassinato e la CIA sembra riconoscere nelle modalità dell’omicidio la firma di Cassius, un killer sovietico scomparso dato per morto. Per indagare al fianco del giovane agente dell’FBI Ben viene richiamato in servizio il veterano agente della CIA Paul (Richard Gere) sulle tracce del killer da anni. Sono pochi, anzi pochissimi i polizieschi o i thriller che possono permettersi di “svelare” l’enigma, in questo caso l’identità del cattivo, nella prima metà del film riuscendo poi a mantenere la tensione elevata fino alla conclusione. The Double NON è uno di questi e gli interpreti, un Richard Gere quasi monoespressione e un Topher Grace dal carisma non pervenuto, da soli non sono in grado di sostenere un film la cui pecca più grave è una sceneggiatura banalissima e prevedibile, che nel finale butta lì un colpo di scena del tutto implausibile per cercare di darsi un tono. È facile trovare thiller polizieschi “inutili”, ma proprio brutti come questo è da un po’ che non ne vedevo… se non altro la scritta “dallo sceneggiatore di 2 Fast 2 Furious” in copertina dovrebbe mettere in guardia anche i più sprovveduti.

Eagle Pictures ha confezionato un buon Blu-ray dal punto di vista tecnico ma un po’ scarno negli extra, che offrono solo un breve dietro le quinte con interviste al cast e il trailer in HD. Il digital intermediate mette in mostra un livello di dettaglio decisamente elevato, specie sui primi piani e negli esterni, con un contrasto e un bilanciamento cromatico abbastanza naturali (solo occasionalmente virato verso tinte fredde). L’unico elemento del quadro che non soddisfa appieno è la compressione, che fa capolino in alcuni interni poco illuminati generando qualche pixel. Nulla di invalidante, ma un bit-rate più sostenuto (il disco è a singolo strato) probabilmente avrebbe ovviato al problema. L’audio denota una cura superiore alla media nel posizionamento degli effetti sui canali, anche nelle scene non prettamente d’azione (che non sono poi molte). La codifica DTS-HD MA offre dinamica e brillantezza spiccate e non emergono differenze rilevanti tra l’audio italiano e quello originale. [P.B.]

Film: 4 Blu-ray: 7,5 (Video 8,5 - Audio 8 - Extra 4)

The Woman in Black

Ho letto per caso il breve romanzo di Susan Hill trovandolo come riferimento in uno speciale sulla letteratura gotica degli anni '80 e non mi ha impressionato più di tanto. Sarà che dopo un'infanzia vissuta a pane, Poe e Hammer Film le brumose paludi british di The Woman in Black mi sono suonate tutto tranne che innovative o spaventose, ma in patria se parli male della Hill come minimo ti fustigano e da quelle parti The Woman in Black è un vero e proprio classico che ha già ispirato nel '89 una discreta riduzione TV. Ora però tocca al grande schermo e James Watkins, dopo il tour de force tutto sangue e cattiveria di Eden Lake (un pugno nello stomaco di rara ferocità), si concede una pausa di riflessione con un compitino ben eseguito in omaggio alle ghost-story del tempo che fu. Nebbia perenne, una magione immensa, una camera chiusa a chiave, allucinazioni uditive e visive, un villaggio con il suo carico di maledizioni e un Daniel Radcliffe pallido ed emaciato che lo va a menare ai fantasmi di campagna. Il film si vede con piacere, è ben fotografato e assesta qualche spavento calibrato, anche se fare davvero paura nel 2012 con una ghost-story vittoriana sa quasi di impresa olimpionica.

Edizione niente male per Eagle Pictures, che pur difettando nel bit-setting (il film occupa solo 21 GB) ci restituisce queste atmosfere gotiche e funeree con buoni risultati. Il video in 1080p codificato in VC1 non è affatto facile da rendere in tutte le sue sfumature, soprattutto negli interni più scuri e meno contrastati dove in effetti il rumore video si fa sentire e il dettaglio non raggiunge vette particolari. Tenendo comunque conto della fotografia del film, il quadro restituisce un buon colpo d'occhio generale e a livello cromatico non si osservano cadute particolari o aberrazioni. Ottimi i primi piani negli esterni diurni del villaggio e anche le sequenze immerse nella nebbia, seppur comprensibilmente poco taglienti, mantengono una solidità apprezzabile. La traccia italiana in DTS-HD High Resolution 5.1 ha gioco facile nel colpire duro là dove serve, con una buona estensione in gamma bassa, una ricostruzione ambientale efficace e dialoghi corposi e non troppo esili. Pochissime poi le differenze con la traccia originale e solo il blocco posteriore non convince più di tanto per precisione e numero di interventi. Oltre a quattro interviste di stampo promozionale al cast (e quindi francamente evitabili) gli extra offrono tre brevi dietro le quinte e uno speciale su Daniel Radcliffe, mentre manca il commento audio del regista e dello sceneggiatore presente nel Blu-ray americano. [F.D.]

Film: 7 Blu-ray: 8 (Video 8 - Audio 8 - Extra 6,5)

Una spia non basta

Due agenti speciali della CIA, compagni in molte missioni, si innamorano della stessa donna. Nonostante la loro amicizia, non esiteranno a sabotare con ogni mezzo possibile l’uno le uscite romantiche dell’altro. Il soggetto non sarà certo originale, ma il potenziale comico è notevole… peccato che di tutto il film si salvano giusto pochi minuti brillanti, in cui i due si danno battaglia a suon di cimici e armi narcotizzanti. Il resto stenta anche solo a far sorridere e la coppia formata dall’irritante Chris Pine e da un Tom Hardy mai così spaesato non aiuta il film di McG (Terminator Salvation), più a suo agio con azione e computer grafica.

Difficile trovare sulla carta punti deboli nel Blu-ray realizzato da 20th Century Fox: film in versione cinematografica ed estesa, dotazione di extra discreta e solido comparto audiovisivo. Ma andiamo con ordine: il girato in pellicola assicura un’immagine piuttosto dettagliata e il bit-rate generoso non fa emergere artefatti, mentre la grana talvolta si manifesta sui fotogrammi facendosi notare e non manca qualche flessione nella definizione, con qualche ripresa che appare un po’ piatta. La resa cromatica è ultra-sgargiante, al limite del fastidioso, ma si stratta di una scelta dei realizzatori del film e non certo di un problema del trasferimento digitale, che nel complesso risulta curato. L’audio italiano è sempre relegato alla semplice codifica DTS, che tuttavia non fa rimpiangere troppo il DTS-HD MA inglese grazie a una messaggio sonoro robusto e coinvolgente nelle scene d’azione, in cui non si risparmiano panning fronte/retro e interventi del canale LFE. Gli extra, oltre alla invero poco significativa versione estesa del film, offrono il commento del regista e una lunga serie di scene aggiuntive tra sequenze tagliate, finali alternativi, errori sul set e la decostruzione della sequenza d’apertura. [P.B.]

Film: 5 Blu-ray: 7,5 (Video 7,5 - Audio 8,5 - Extra 6)

Un bundle acquatico per Indie Royale

La passione tricolore di Real World Racing