Outcazzari

Azure Striker Gunvolt era troppo gay per l'occidente

Azure Striker Gunvolt è stato colpito dalla Fashion Police, o meglio: sfiorato. Da qui la scelta di modificare leggermente il suo protagonista, coprendo la pancia e tagliandogli la treccia superfighetta. No, non sto scherzando e sì, è tutto vero della serie "il mercato dei videogame non crescerà mai" con prefazione by Giopep (presto in libreria).

Lo hanno confermato gli stessi sviluppatori di Inti Creates a Siliconera, spiegando che il look dell'originale nipponico non sarebbe stato apprezzato negli Stati Uniti. Qui sotto, vedete un rapido confronto tra le due versioni.

Uguali ma non proprio

 

La buona notizia è che il platform firmato anche da Keiji Inafune, un clone di Mega Man per la gioia di tutti, uscirà dal Giappone toccando i 3DS occidentali. Che, secondo varie ricerche di mercato, sono molto più virili di quelli giapponesi.

Virtuix Omni, il trespolo a realtà virtuale, è pronto

The Last of Us per PS4 punta al Premio Nobel