Outcazzari

Arrestati due dipendenti di Bohemia Interactive

Il punto di forza della saga di ArmA è la sua verosimiglianza, una ricerca del realismo che ha del maniacale. La spasmodica conquista della perfezione potrebbe costare cara a due dipendenti di Bohemia Interactive, i quali pare abbiano superato i confini del lecito. I programmatori, colti sul fatto mentre fotografavano un avamposto militare dell'isola di Lemno, sono stati arrestati con l'accusa di spionaggio dalle autorità elleniche. In caso di processo e relativa condanna, rischiano la bellezza di vent'anni di carcere.

Marek Spanel, capo di Bohemia Interactive, ha confermato la notizia tramite un laconico post sul forum ufficiale dello sviluppatore, invitando gli utenti a evitare qualsiasi speculazione sull'argomento, vista la delicatezza della situazione. Qualche ora più tardi, è entrato maggiormente nel dettaglio ai microfoni di Eurogamer, respingendo ogni accusa: "I nostri dipendenti erano in Grecia per un viaggio di piacere, per visitare le bellezze dell'isola. Fin dalla sua nascita, avvenuta nel 1999, Bohemian Interactive ha utilizzato documenti militari di pubblico dominio. Abbiamo sempre rispettato la legge e non abbiamo mai incoraggiato nessuno ad infrangerla".

Ludophilia #7 - I videogiochi sono "una cosa seria"

Ludophilia #7 - I videogiochi sono "una cosa seria"

Legasista: cento sfumature di dungeon su PSN

Legasista: cento sfumature di dungeon su PSN