Addio a Play.com, l'oasi delle Postepay

Si è chiusa un'era per il commercio online di videogame con la sparizione ufficiale di Play.com a favore del nuovo proprietario Rakuten, che ha provveduto ad avvisare l'utenza con la classica email in stile "questo è quanto, cazzi vostri" (sintetizzando). Per un decennio e forse anche di più, Play.com è stata la prima destinazione di chi voleva spendere poco con i giochini elettronici, cercando allo stesso tempo di mandare in rovina il negozietto all'angolo. Cosa peraltro riuscita, visti quanti negozi di videogame "specializzati" sono ancora in attività. Una volta che i prezzi sono saliti, e la gggente si è spostata altrove, anche il nostro simpatico negozio online britannico ha dovuto arrendersi all'evidenza, tant'è che ad oggi l'indirizzo Play.com rimanda semplicemente a Rakuten.

Viste quante Postepay ha piazzato, e quanti pacchi si sono fottuti direttamente in posta, a ben vedere era più giusto se fosse diventato parte integrante di Poste Italiane.

Megaton: arriva il Remote Play a 60 FPS

Vai coi bassi, Toejam & Earl ce l'hanno fatta