Trials of the Hotline Kung Fury Miami

Trials of the Hotline Kung Fury Miami

I buontemponi della RedLynx si saranno divertiti un botto a fare sto gioco: pazzia, acidità, colori draghi, pieno d'azione, spacchi sempre tutto, Bionic Rampino Trials, semi-cingolato a 8 ruote, spari, ecc., varie cose, insomma, quasi tutte fuori fuoco, molto probabilmente fuori fuoco by design, che tuttavia, passati i primi cinque minuti di sorrisi abbozzati, contribuiscono TUTTE, una per una, a farci rimpiangere non dico il capolavoro Evolution, ma anche solo il buonissimo Fusion. OK, so bene che non sei un capitolo di Trials vero e proprio, ma visto che tu ti concedi di giocare con i miei sentimenti rovinando un meccanismo perfettamente oliato con dinamiche ROTTE (sezioni plat'em up cit. Ualone), io per lo SPETTACOLO e il puro divertimento di chi legge mi permetto di buttare TUTTO in caciara. TUTTO. Perché lo fai tu, quindi lo faccio anche io. OK? Go.

La dimora dei due protagonisti funge da menu: carina, ma non proprio funzionale.

La dimora dei due protagonisti funge da menu: carina, ma non proprio funzionale.

Dio, fa' che il prossimo sia un livello con la moto. Ti prego. Ti chiami Trials dannazione, non Shadow Trials Complex. Che cazzo sono 'ste sequenze a piedi gommose e che interrompono l'azione di colpo, cosa -cazzo- sono? Sì ok ti chiami anche Blood Dragon e forse il (mio) problema è proprio quello. Però i miei amici mi avevano detto che Far Cry: Blood Dragon era bello, e allora perché tu non mi sembri bello? Non ti accetto, no, mi dispiace. Anche mentre mi sto divertendo, non ti sto accettando. Mi dai fastidio e voglio che ti levi dalle palle quanto prima. Sì ok, bravo, pensi che qualche filmatino del cazzo in stile anni '80 barra Kung Fury barra roba che ormai ci ha anche moderatamente sfrangiato i coglioni sia sufficiente a farci dire CAZZOFIGATA e invece beh - breaking news - no. Vogliamo parlare dell'hub/menu stanzetta di 'sti due cazzo di regazzini di cui fondamentalmente, per inciso, non me ne frega proprio un CAZZO? Il - caos - totale: mondo 3 come sesto poster, mondo 1 come quarto, tutto a cazzo di cane, by design, ovvio. In breve, Trials of the Blood Dragon è un gioco totalmente smarmellato, dall'inizio alla fine. E pure FACILE, tiè, se vogliamo usare una parola odiata dai fan di Trials, fan che tuttavia non ti odiano, gioco del cazzo, perché sei "FACILE" ma perché sei inutile quanto il DLC delle truppe cammellate del Liechtenstein per Europa Universalis IV. Andiamo a leggere cosa dicono di te su Steam? Andiamo. (Apre Steam)

COMPLESSIVAMENTE:
Nella media (68 recensioni)

Amico, sai cosa significa "Nella media" su Steam? Un cambio vocalico, un cambio consonantico: significa che sei "Nella merda", amico. Significa che hai fatto incazzare le persone sbagliate, non tanto perché necessariamente sia SBAGLIATO tu, d'altronde lo sei by design, quindi il tuo esserlo è un plus, per te, ma più probabilmente perché non siamo abbastanza sbagliati noi. Intanto però NELLA MEDIA, per non sbagliare, ci sei tu, non noi. Roba che già appena la gente legge Perlopiù positiva clicca PROSSIMO GIOCO senza manco pensarci, figurati Nella media (poi pure in arancione scuro, proprio brutto a vedersi). Boh. Per intenderci, nell'ordine mondiale hai lo stesso peso di Hugo Maradona. Non sai chi è Hugo Maradona? Appunto.

Vuoi sapere il paradosso peggiore? Che alla fine non sei - così - da buttare, ma non lo sei solo perché in una vita precedente eri un CAZZO DI CAPOLAVORO. Un tempo i livelli "strambi" con jetpack e mezzi alternativi erano curiosi divertissement, che gustavamo distrattamente fra un livello di serio e rigoroso motocross e l'altro, ma qui, di fatto, è come se ci fossero quasi solo quelli. I livelli puramente motociclistici saranno su per giù una decina, e in un gioco che, contrariamente ai predecessori, risulta privo di qualsivoglia editor di livelli aggiuntivi, si tratta di un difetto non da poco. Di certo qualcuno ti apprezzerà più di me, forse qualcuno che in passato ti ha amato di meno, qualcuno che ha la metà dei miei anni, o che magari ha votato Leave al #brexit, ma io no. Non posso. E non posso in nome non solo dell'amore che provo per te, ma anche e soprattutto per quello che provo per me. Mi hai tradito, ma che dico tradito, scapigliato. E tuttavia non posso darti il voto peggiore del nostro BELLISSIMO sistema di valutazione e non posso perché il level design è (gosh) a tratti fico e quando si corre in moto mi fai venire in mente quando giocavo a Evolution sentendo Cocciante che cantava "passeggiando in bicicletta accanto a te".

Quindi dai, due su tre e amici come prima. Magari un giorno di questi ci andiamo a bere una birra insieme, OK? E ora chiudo perché devo andare a battere i record di Colaneri. Ciao. Fatto.

Nel gioco non mancano livelli ispirati, come questo in stile giapponese, ma molte delle trovate, anche estetiche, iniziano a sapere di già visto.

Nel gioco non mancano livelli ispirati, come questo in stile giapponese, ma molte delle trovate, anche estetiche, iniziano a sapere di già visto.

Trials of the Blood Dragon, riassumendo, è un gioco storto e acidissimo, tanto intrigante nelle premesse quanto sgangherato nella struttura, moderatamente impegnativo, senza assolutamente raggiungere i picchi delle piste Estreme dei predecessori. A tratti diverte, soprattutto quando fa quello che sa fare meglio, ma all'ennesima esplosione alla Michael Bay fra un'ingiocabile sezione platform e l'altra inizierà a serpeggiare fortissimo il dubbio che forse di questo strampalato spin-off se ne sarebbe potuto fare decisamente a meno.

Ho completato in un paio d'ore la campagna del gioco e ricevuto un codice review da Andrea Maderna. Non so chi gliel'abbia mandato, probabilmente qualcuno che oggi si sta pentendo di averlo fatto.

Sono il Maderna. Vi rendo noto che il codice ce l'ha dato Ubisoft Italia.

Sono il Maderna. Vi rendo noto che il codice ce l'ha dato Ubisoft Italia.

Xydonia su Kickstarter

Xydonia su Kickstarter

Old! #166 – Giugno 2006

Old! #166 – Giugno 2006